Gestione, monitoraggio e verifica del rischio “contaminazione da animali infestanti”
 
La contaminazione dei prodotti alimentari da parte di animali infestanti è sicuramente tra le problematiche di maggiore importanza partendo dalle aziende di produzione primaria arrivando dalla trasformazione, alla distribuzione e vendita.

Il Reg. CE 852 e 853 e le loro linee guida impongono agli operatori del settore alimentare di predisporre procedure pre-requisito atte a prevenire le possibili contaminazioni da parte di agenti infestanti, garantendo così la sicurezza del prodotto alimentare.
 
CUA

La Nic-Al opera nel settore alimentare, secondo l’impostazione di prevenzione igienico sanitaria conforme alla NORMA UNI EN ISO 22000:2005, attraverso la predisposizione di piani di controllo basati sull’attento studio delle realtà aziendali in questione e sullo studio dettagliato delle aree a rischio, dei limiti aziendali tollerati, dei monitoraggi da effettuare al fine di ridurre al minimo le possibili contaminazioni, e garantire così la salubrità dei prodotti immessi in commercio ed evitarne la contaminazione.

Come prescritto anche dalle "linee guida sui criteri per la predisposizione dei piani di autocontrollo per l'identificaizone e la gestione dei pericoli negli stabilimenti che trattano alimenti di origine animale, di cui al Regolamento (CE) n 853/2004" devono essere predisposte opportune misure volte ad ostacolare l'ingresso e l'insediamento degli infestanti (misure preventive) e a eliminare gli agenti infestanti già penetrati nello stabilimento attraverso il ricorso ai mezzi più appropriati (chimici, fisici, meccanici, ecc.)    

INTERVENTI CORRELATI PREVENTIVI: procedure di MANUTENZIONE STRUTTURE e IMPIANTI, BUONE PRATICHE DI LAVORAZIONE, PULIZIA E SANIFICAZIONE, GESTIONE RIFIUTI, GESTIONE AREE ESTERNE...

La predisposizione di un programma di monitoraggio della eventuale presenza di animali infestanti è necessaria per valutare l'efficacia degli interventi e la necessità di adottare azioni correttive.

DOCUMENTAZIONE:

  1. procedura riportante azioni correttive, planimetria con identificazione aree trattate con numerazione dei dispositivi di monitoraggio, frequenza, modalità degli interventi, prodotti utilizzati, operatori responsabili
  2. scheda / relazione periodica con indicazione dei risultati dei trattamenti e delle eventuali azioni intraprese in caso di situazioni sfavorevoli (spostamento e/o sostituzione delle esche, cambiamento dei prodotti impiegati, grafico di tendenza..)
  3. definizione dei limiti oltre i quali è necessario intervenire e delle azioni correttive da effettuare in caso di superamento dei limiti
  4. schede tecniche dei prodotti utilizzati comprensive dei dati tossicologici
I nostri tecnici operano con le più moderne strumentazioni per ottimizzare gli interventi e offrire un servizio efficiente, accompagnati dalla costante formazione che gli permette di individuare con precisione le problematiche aziendali.

I servizi da noi offerti intendono pertanto accompagnare gli operatori del settore alimentare nella gestione, prevenzione e se necessario della soluzione di tale problematica, valutando e monitorando con attenzione ogni potenziale pericolo generato dai possibili organismi infestanti (muridi, blatte, formiche, piccioni, ecc…).

L’impostazione del nostro lavoro è corrispondente ed in linea non solo con la normativa cogente ma anche i più restrittivi standard volontari come ISO 22000:2005 e IFS e BRC.
 
Infestanti   Infestanti